Istat: occupazione su a novembre 2019, risale la disoccupazione giovanile

istat occupazione novembre 2019

Il tasso di occupazione sale al 59,4% a novembre 2019 (+0,1 punti percentuali su ottobre): lo rileva l’Istat, che sottolinea come il dato sia il più alto registrato dall'inizio delle serie storiche, avviate nel 1977. Le persone che hanno un lavoro sono in Italia 23 milioni 486mila. L’aumento degli occupati è dunque di 41mila unità rispetto al mese precedente: su i dipendenti permanenti (+67mila), mentre calano i dipendenti a termine (-4mila) sia gli indipendenti (-22mila).

A spingere su l’occupazione nel mese di novembre sono soprattutto le donne (+35mila rispetto ad ottobre) e i giovani tra i 25 e i 34 anni che salgono di 21mila unità. "L'andamento dell'occupazione è sintesi di un aumento della componente femminile (+0,3%, pari a +35mila) - si legge nel report Istat - e di una sostanziale stabilità di quella maschile".

A novembre la disoccupazione resta stabile rispetto ad ottobre, attestandosi al 9,7%, ma aumentano le persone in cerca di lavoro (+0,5%, 12 mila unità). Sono sei mesi consecutivi che il tasso di disoccupazione si mantiene sotto la soglia del 10%, ma torna a salire il tasso di disoccupazione giovanile (15-24anni) che si porta al 28,6% (+0,4 punti).

Tasso di inattività al minimo dal 1977

Il tasso di inattività scende a novembre 2019 dello 0,2% rispetto ad ottobre, attestandosi al 34%. È il minimo dal 1977 ad oggi: il numero degli inattivi, ovvero quelli che non hanno un lavoro e non lo cercano nemmeno, scende nel mese cala di 72 mila unità. Il totale si riduce così a 13 milioni e 55 mila nella fascia d'età tra i 15 e i 64 anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO