Referendum contro taglio dei parlamentari: mancano firme, slitta il deposito

cassazione referendum taglio parlamentari

Il deposito in Cassazione delle firme necessarie per il referendum sul taglio dei parlamentari slitta ufficialmente. Al momento mancano tutte le 64 firme necessarie dei senatori, ma Andrea Cangini (Forza Italia) garantisce sarà preso un nuovo appuntamento entro il 12 gennaio, termine ultimo per il deposito. Lo slittamento viene spiegato così dallo stesso Cangini: "In 4 hanno ritirato le firme ma altri si stanno aggiungendo per cui per correttezza abbiamo chiesto alla Cassazione uno slittamento".

Prima che si defilassero quattro senatori, le firme raccolte erano 66, due in più di quelle necessarie. Attualmente, invece, ve ne sono solamente 62, un deficit di due da colmare in meno di tre giorni. Forza Italia lascia intendere che i "sostituti" vi siano già; sarà davvero così o il referendum rischia di saltare definitivamente?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO