Liliana Segre dice no al convegno della Lega su antisemitismo: troppi impegni

liliana segre lega roma

Liliana Segre annuncia che non parteciperà al convegno sulle nuove forme dell'antisemitismo organizzato dalla Lega di Matteo Salvini a Roma il 16 gennaio. La senatrice a vita ha un’agenda fitta di impegni in questo mese ed ha così deciso di dare priorità ad altri impegni. La Segre, conferma dunque di aver "ricevuto l'invito, ma nel mese di gennaio sono impegnatissima". L’iniziativa del Carroccio, comunque, è meritevole di lode, ribadisce la superstite dell’Olocausto.

"Apprezzo l'iniziativa sull'antisemitismo - sottolinea la Segre - , un problema che si riaffaccia virulento nelle cronache del nostro tempo in tanti Paesi d'Europa e del mondo intero. Ritengo però che non si debba mai disgiungere la lotta all'antisemitismo dalla più generale ripulsa del razzismo e del pregiudizio che cataloga le persone in base alle origini, alle caratteristiche fisiche, sessuali, culturali o religiose".

Salvini: "Capisco la Segre e la ringrazio"

Nessuna polemica, dunque, con la Lega che ringrazia la senatrice a vita per bocca del suo stesso segretario: "La capisco e la ringrazio per la risposta", dice Salvini, che sottolinea come il convegno in questione "sarà una bellissima giornata in cui lanceremo dentro e fuori il parlamento una grande campagna in difesa di Israele perché nel 2020 gli antisemiti, quelli che odiano Israele, non possono essere compresi nel contesto civile, quindi i nemici di Israele sono miei nemici".

Inoltre, l’ex ministro dell’Interno di cui in questi giorni si sta parlando soprattutto per il caso Gregoretti, ha confermato di aver incontrato di recente Liliana Segre è che l’incontro è stata un'occasione "molto bella, che mi ha arricchito".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO