Russia, si dimette il governo. Putin si prepara al dopo 2024

Il primo ministro della Russia Dmitry Medvedev ha annunciato oggi le proprie dimissioni, insieme a quelle dell'intero esecutivo, dopo la proposta del Presidente Vladimir Putin di riformare la Costituzione così da poter prolungare la carriera politica dello stesso Putin anche dopo la scadenza naturale del suo quarto mandato nel 2024.

L'obiettivo di Putin di usare questi ultimi quattro anni di Presidenza della Russia per spostare il potere dalla Presidenza al ruolo di Primo Ministro, così da permettergli dal 2024 di farsi eleggere a capo del Parlamento e continuare ad esercitare il proprio potere.

A sorpresa, però, oggi il primo ministro e l'intero governo hanno deciso di fare un passo indietro, col benestare dello stesso Putin:

Questi cambiamenti, quando saranno adottati, introdurranno cambiamenti sostanziali non solo in una vasta serie di articoli della costituzione, ma anche nell'intero equilibrio di potere: il potere dell'esecutivo, il potere legislativo e il potere giudiziario. In questo contesto il governo nella sua forma attuale ha deciso di dimettersi.

Dmitry Medvedev è stato Presidente della Russia dal 2008 al 2012 mentre Vladimir Putin ricopriva il ruolo di capo del governo, e nel 2012 è diventato Primo Ministro della Russia, scambiando di fatto il suo ruolo con Vladimir Putin. Medvedev ha di fatto agito per conto di Putin, arrivando anche ad aumentare la durata della carica presidenziale da quattro a sei anni.

Nell'ultimo periodo, però, i rapporti tra Medvedev e Putin si sarebbero incrinati e il Presidente russo avrebbe quindi deciso di rimuovere Medvedev e l'intero governo e nominare qualcuno di più favorevole, un nuovo politico-segnaposto capace di seguire gli ordini impartiti e supportare le modifiche alla Costituzione volute da Putin.

A quel punto, allo scadere del secondo mandato consecutivo come Presidente della Russia, Putin potrà continuare a mantenere il potere tornando a rivestire la carica di Primo Ministro, che a quel punto avrà già acquisito maggiore potere.

L'attuale governo resterà in carica fino a quando non sarà nominato il nuovo esecutivo, ma già da oggi si può parlare di Dmitry Medvedev come di primo ministro dimissionario della Russia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO