Libia, il premier Conte: "Nessuno spazio per soluzione militare"

Dopo le dichiarazioni del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio sulla crisi in Libia, in giornata anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, impegnato in prima persona per l'accordo per il cessate il fuoco che sembra sempre più vicino, ha voluto ribadire la posizione dell'Italia: no a una soluzione militare in Libia.

A margine dell'incontro col Primo Ministro dei Paesi Bassi Mark Rutte a Palazzo Chigi, Conte ha dichiarato:

Con il primo ministro del Regno dei Paesi Bassi, Mark Rutte ci siamo soffermati sugli attuali scenari internazionali di crisi anche alla luce della comune appartenenza sia alla Nato che all’Unione Europea. L'approccio dell'Italia verso la crisi libica è sempre stato chiaro e coerente: non vi è alcuno spazio per una soluzione militare che finirebbe solo per acuire la sofferenza del popolo libico e l'instabilità dell'intera regione.

La soluzione in Libia, ha precisato Conte, dovrà essere politica, ma per questo saranno necessarie la firma e la tenuta del cessate il fuoco:

L'Italia è concentrata da tempo per arrivare a una soluzione politica. [...] La premessa indispensabile è la tenute del cessate fuoco, la tregua tra le opposte fazioni e l'apertura di un confronto intra-libico in grado di consegnare ai libici un futuro di pace e benessere. L'Italia è impegnata in un'intensa azione diplomatica per fare in modo che questa finestra di opportunità sia effettiva. E, per fare ciò, crediamo che l'Unione Europea abbia un ruolo chiave quale migliore garanzia per un futuro indipendente della Libia, privo di ingerenze esterne.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO