Prescrizione, PD: "Renzi vota con la destra per impedire il giusto processo"

La replica del Partito Democratico alle dichiarazioni odierne di Matteo Renzi, che accusava il suo ex partito di essersi piegato troppo alle posizione del Movimento 5 Stelle, non ha tardato ad arrivare ed è stata affidata al deputato Walter Verini, secondo il quale Renzi starebbe bluffando.

Come gli capita, Renzi bluffa. Ieri, infatti, Italia Viva ha votato con Salvini e con la destra per impedire, sostanzialmente, l’avvio della riforma del processo penale che non si limita solamente alla riforma della prescrizione ma punta a garantire il giusto processo.

Il responsabile giustizia del PD ha diffuso una nota in cui lascia intendere che il leader di Italia Viva Matteo Renzi sarebbe spaventato dalla mancata crescita dei consensi del suo nuovo partito e che questo lo avrebbe portato, consapevolmente o meno, ad avvicinarsi a Matteo Salvini sul tema della giustizia:

Da una parte c’è chi, responsabilmente, pensa di dover proseguire sulla strada concordata insieme a tutta la maggioranza per giungere ad un giusto processo che non duri più di cinque o sei anni. Una riforma del processo penale che garantisca una ragionevole durata del processo, modificando la riforma sulla prescrizione entrata in vigore lo scorso primo gennaio.

E questa sarebbe la posizione del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle. Dall'altra parte, invece, ci sarebbe "chi continua a piantare bandierine spaventato, forse, da consensi fermi al palo, senza rendersi conto dell’abbraccio con Salvini in tema di giustizia". Matteo Renzi, nel caso specifico.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO