Iran, Khamenei: "Dio ci sostiene contro gli Usa"

Ad 8 anni dall'ultima volta, l'Ayatollah Ali Khamenei è tornato a guidare la preghiera del venerdì a Teheran. Davanti ad una folla immensa, la guida suprema dell'Iran ha sottolineato come il suo Paese abbia dimostrato di avere il potere di "schiaffeggiare un arrogante" come Trump, definito "un pagliaccio" che "colpirà alle spalle con un pugnale velenoso" il popolo iraniano.

La sola capacità di replicare agli USA sul piano militare, secondo Khamenei, "dimostra che Dio sostiene" l'Iran: "Nelle ultime due settimane ci sono state giornate amare e dolci, un punto di svolta nella storia. I due grandi avvenimenti dei funerali del generale Qassem Soleimani e del giorno in cui l'Iran ha attaccato le basi Usa sono stati 'Giorni di Allah'. I due episodi, miracoli delle mani di Allah, hanno mostrato il potere di una nazione che ha dato uno schiaffo in faccia agli Usa e che la volontà di Allah è continuare il cammino e conquistare la vittoria".

Khamenei ha inoltre parlato del generale Soleimani, definendolo "un comandante anti-terrorista nella regione". Per lo Ayatollah la sua uccisione "è stato uno scandalo che ha portato infamia sugli Usa, perché lo hanno ucciso vigliaccamente e non sono stati capaci di farlo sul campo di battaglia, usando lo stesso metodo del regime sionista". La "tragedia amara" dell'abbattimento dell'aereo ucraino a Teheran "non deve oscurare il sacrificio di Soleimani".

L'uccisione di Soleimani rappresenta un "atto di terrorismo" da parte degli USA, che hanno "commesso una vera disgrazia per Washington". Le forze armate al-Quds sono invece state definite come una "organizzazione umanitaria guidata da valori umani", accusando gli Stati Uniti di aver fondato l'autoproclamato Stato Islamico (Isis).

L'Ayatollah ha anche parlato dei negoziati sul nucleare: "Ho detto sin dall'inizio che non ho alcuna fiducia nel dialogo con l'Occidente sulle nostre attività nucleari e nei gentiluomini che siedono ai tavoli negoziali e vestono guanti di seta sulle loro mani di ferro. Sono al servizio degli Usa. Il dialogo con loro è un inganno".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO