Salvini: "I migranti musulmani in Italia contribuiscono all'antisemitismo"

matteo salvini jasmine cristallo

Il leader della Lega Matteo Salvini continua a pensare a quando sarà premier e in questi ultimi giorni sta provando, senza grosso successo, a prendere le distanze dai gruppi di estrema destra che negli ultimi mesi si sono avvicinati alla Lega, arrivando anche a scendere in piazza a Roma.

Intervistato oggi da Israel Ha-Yom, Salvini si è detto pronto a seguire le orme di Donald Trump e riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele se e quando diventerà Presidente del Consiglio. Parlando dell'antisemitismo sempre più diffuso in Europa, Salvini punta il dito contro il fanatismo islamico e attribuisce parte di questa responsabilità anche ai migranti musulmani che arrivano in Europa e in Italia:

A mio avviso questo ha a che vedere con il rafforzamento negli ultimi anni dell'estremismo e del fanatismo islamico. È molto importante sottolineare che ciò è legato al fatto che certi elementi nel mondo accademico e nei media sono mobilitati contro Israele ed essi creano odio verso Israele per giustificare l'antisemitismo.

E, ancora:

Ora la massiccia presenza di immigrati provenienti da paesi musulmani contribuisce alla diffusione dell'antisemitismo anche in Italia. C'è un antisemitismo dell'estrema destra e dell'estrema sinistra. Pensiamo a Jeremy Corbyn o ad attivisti della sinistra in Germania che non vogliono essere come i nazisti eppure si trovano a boicottare prodotti israeliani.

Salvini ha ribadito anche in questa occasione che tra la Lega e i gruppi di estrema destra come CasaPound o Forza Nuova non ci sarebbero legami. Il motivo addotto dal leader leghista? Se questi gruppi alle elezioni si presentano contro la Lega, vuol dire che non ci sono collegamenti:

Non abbiamo alcun legame con quelle organizzazioni. Se alle elezioni partiti come CasaPound, Forza Nuova e Fiamma si presentano contro di noi, questo dimostra che noi non abbiamo legami con loro.

Eppure CasaPound, proprio dopo l'ascesa al potere di Matteo Salvini, ha deciso di non essere più un partito politico. E la partecipazione di CasaPound all'evento organizzato di Salvini a Roma dimostra che almeno la linea sarebbe parzialmente comune, al punto da far stranire una parte di Forza Italia, a cominciare da Mara Carfagna.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO