Libia, approvata la dichiarazione di Berlino: ok al monitoraggio della tregua

Di Maio: "Roma si candida a ospitare la prossima riunione".

Conferenza di Berlino 2020 - Riunione dei leader

Secondo fonti diplomatiche riportate dai media di tutto il mondo, la bozza della dichiarazione circolata nei giorni scorsi è stata approvata senza sostanziali modifiche nel corso della Conferenza di Berlino che si è tenuta oggi sulla questione libica. I punti fondamentali, secondo le indiscrezioni, sarebbero questi:
- cessate il fuoco permanente
- embargo sulle armi
- processo politico per arrivare a un governo unico.

Tuttavia, mentre i leader degli altri Paesi hanno approvato la dichiarazione, mancherebbero le firme dei libici Fayez al-Serraj, Premier del governo di accordo nazionale, e il generale Khalifa Haftar, che però avrebbero dato l'ok al monitoraggio della tregua.L'Italia, con il suo ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il Premier Giuseppe Conte, alla vigilia della Conferenza aveva fatto sapere che avrebbe avuto un ruolo attivo a Berlino. Il Presidente del consiglio, nel tardo pomeriggio, ha pubblicato la foto che vedete in apertura e ha scritto:

"Lavoriamo per un efficace cessate il fuoco e per alimentare un processo politico in modo da rilanciare le funzioni del Consiglio presidenziale libico e del Governo libico per una stagione di riforme che riguardino il piano politico-istituzionale, economico, di sicurezza. L'Italia crede nella forza della diplomazia e della politica, e ritiene inaccettabile la soluzione militare. Tutti dobbiamo condividere questo obiettivo a Berlino"

Intanto Luigi Di Maio ha fatto sapere che la Conferenza di Berlino è solo un primo passo e che presto potrebbero esserci altre riunioni simili e che proprio Roma si candida a ospitare la prossima. Il ministro ha detto:

"In Libia non devono entrare più armi. Nell'ambito dell'ombrello Onu e con precise regole sul cessate il fuoco e sullo stop alla vendita delle armi, penso che l'Italia possa far parte di una missione di interposizione"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO