Mara Carfagna contro Junior Cally a Sanremo: "Descrive le donne come trofei o vittime"

La vicepresidente della Camera dice di aspettarsi una comunicazione coerente con ben altri valori civili e morali dalla tv di Stato.

Violenza sulle donne - Mara Carfagna

Pur non essendo tra le 29 deputate che hanno scritto una lettera alla commissione di Vigilanza sulla Rai schierandosi contro la presenza del rapper Junior Cally al Festival di Sanremo, Mara Carfagna condivide il punto di vista delle sue colleghe e stasera sui social ha scritto:

"La notizia che il rapper Junior Cally sarà in gara al Festival di Sanremo è avvilente. Tutti gli sforzi dei legislatori, delle Associazioni delle donne, di tutti coloro che si impegnano ogni giorno per combattere la piaga della violenza maschile, rischiano di essere vanificati quando la televisione pubblica offre una così grande occasione di visibilità a un individuo che, nei suoi testi, inneggia al FEMMINICIDIO e descrive le donne come trofei o vittime"

La vicepresidente della Camera ha poi aggiunto:

"Dalla prima rete nazionale è lecito aspettarsi una comunicazione coerente con ben altri valori civili e morali"

Carfagna, che da ministra ha ottenuto il grande risultato di far passare la legge sullo stalking, è impegnata da sempre in tematiche relative ai diritti delle donne e collabora spesso anche con colleghe di altri partiti per farli valere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO