Caso Gregoretti, la maggioranza ha deciso: non andrà in Giunta

La maggioranza ha deciso: non parteciperà alla riunione della Giunta che avrà il compito di esprimere un voto sulla relazione del Presidente Gasparri, contrario alla concessione dell'autorizzazione a procedere per Salvini. Senza gli 11 componenti dell'attuale maggioranza non dovrebbe in ogni caso venire a mancare il numero legale, perché il regolamento prevede la presenza di minimo 8 senatori.

La relazione di Gasparri non dovrebbe comunque passare perché si dovrebbe profilare un risultato di parità nella votazione. I 5 senatori della Lega - come da ordine di Salvini - dovrebbero infatti votare contro la relazione di Gasparri, mentre gli altri esponenti del centrodestra - sempre 5 di numero - dovrebbero esprimersi a favore.

Sarebbero potuti essere decisivi l'ex 5 Stelle, oggi al Misto, Gregorio De Falco, così come Meinhard Durnwalder del SVP, ma non sarà così; il primo ha già annunciato che non parteciperà al voto mentre il senatore altoatesino sarà assente per malattia.

In caso di parità nella votazione, la relazione di Gasparri dovrebbe venire respinta e si aprirebbe così alla possibilità della concessione dell'autorizzazione a procedere per Salvini, che comunque andrebbe confermata dall'aula del Senato nelle prossime settimane.

La maggioranza dovrebbe quindi riuscire a rinviare la questione Gregoretti a dopo le elezioni regionali, per impedire a Salvini di utilizzare la vicenda a fini politici in campagna elettorale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO