Davos, Greta Thunberg: "Le emissioni di CO2 non sono state ridotte"

La giovane attivista Greta Thunberg si trova in queste ore a Davos, in Svizzera, per il Forum Economico Mondiale ed è già intervenuta davanti alla platea di CEO, industriali e leader mondiali per parlare del tema per cui sta facendo attivismo da oltre un anno: il cambiamento climatico.

Le piazze si continuano a mobilitare, la consapevolezza tra la popolazione sta aumentando, ma chi può e deve prendere dei provvedimenti in molti casi rimane ancora a guardare. Thunberg aveva già rimproverato la mancanza di interventi concreti e oggi a Davos ha ribadito quel concetto in modo molto chiaro:

Da un punto di vista sono successe molte cose dall'anno scorso. La mobilitazione di massa di giovani in tutto il mondo ha posto il clima in cima all'agenda. [...] Da un altro punto di vista non è stato fatto nulla, le emissioni di CO2 non sono state ridotte ed è questo il nostro obiettivo. Dobbiamo iniziare ad ascoltare la scienza e a trattare la crisi con l'importanza che merita.

La 17enne ribadisce che il tempo sta per scadere:

Restano pochi anni per agire avendo il 67% delle possibilità di mantenere l'aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5 gradi. Al livello di emissioni di ora, meno di otto anni. Non sono opinioni di qualcuno, ma è scienza.

L'Unione Europea si sta iniziando a muovere in questo senso tramite il Green Deal, ma altre grandi potenze come gli Stati Uniti o la Cina non stanno neanche iniziando a discutere della cosa, figuriamoci iniziare a pensare ai possibili provvedimenti da adottare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO