Libia, Tripoli: "Francia blocca dichiarazione contro Haftar" | Mattarella: "La tregua sia rispettata"


Archiviata la conferenza di Berlino e la fragile tregua in Libia tra le forze armate del generale Khalifa Haftar e quelle del governo di accordo nazionale di Fayez Al Sarraj, riconosciuto dall’Onu, è il presidente algerino Abdelmadjid Tebboune che propone una nuova conferenza per la pace da tenersi ad Algeri.

Un’altra occasione di "dialogo" per coinvolgere tutte le parti in causa e porre fine alla crisi. "Siamo chiamati a redigere una tabella di marcia con contorni chiari, vincolante per le parti, volta a stabilizzare la tregua e a fermare la fornitura di armi" spiega Tebboune che aggiunge di essere al lavoro "intensamente per la stabilizzazione del cessate il fuoco".

La situazione sul campo è però sempre molto complicata. Una fonte di rilievo vicina al governo Sarraj accusa la Francia di sostenere Haftar e boicottare la riapertura dei pozzi petroliferi. Parigi: "Sta bloccando l'emissione di una dichiarazione congiunta dei Paesi occidentali" che condanni la "chiusura di porti e campi petroliferi" decisa da Haftar e chieda "di riaprirli immediatamente". Perciò i singoli paesi emetteranno "dichiarazioni individuali sulla loro posizione".

In questo quadro si attende la riunione straordinaria sulla Libia del Comitato europeo per la politica e la sicurezza (Cops), un incontro fissato per venerdì e in cui si dovrebbe parlare di una revisione della missione Sophia e di un efficace monitoraggio dell'embargo di armi.

Anche il capo dello Stato italiano Sergio Mattarella chiede che la tregua venga rispettata: "Sosteniamo la legittimità del governo di Al Serraj, ma dialoghiamo con tutti. Non è possibile che in Libia si prenda il potere con le armi. Il cessate il fuoco va assolutamente rispettato" e "bisogna aiutare l'Onu, evitando l'errore grossolano dell'offensiva militare e la presenza militare di altri Paesi". Queste le parole del presidente della Repubblica sulla guerra civile libica.

generale haftar con macron

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO