Regionali, Crimi: "M5S non è morto, ora avanti pancia a terra col governo"

vito crimi commento elezioni regionali

Dopo le dimissioni da capo politico di Luigi Di Maio, spetta al reggente del Movimento Vito Crimi il compito di commentare l’ennesima batosta elettorale per i 5 Stelle. Deludenti, per quanto previsti, i risultati delle elezioni in Emilia-Romagna (regione di nascita dei Grillini) e in Calabria.

Crimi, via Facebook, assicura che il Movimento non è in via di estinzione, che saprà rinascere dalle sue quasi ceneri e che adesso è comunque il momento di guardare avanti: "Ora non resta che continuare a lavorare pancia a terra con il governo che, dopo queste elezioni, deve proseguire nel suo percorso".

Crimi parla sì di un esito delle Regionali "al di sotto delle aspettative" ma "da qui a dire che M5S è morto ce ne corre" anche perché i risultati "non ci inducono ad arrenderci... Ciò che stiamo facendo e continueremo a fare contribuirà a rendere il Paese migliore. Ci vorrà tempo ma il consenso arriverà e non sarà effimero".

I 5 Stelle sono sotto il 5% in Emilia Romagna e poco sopra il 6% in Calabria, dove alle elezioni politiche del 2018 erano invece il primo partito con il 43% dei voti. Il candidato governatore dei grillini nella regione meridionale, Francesco Aiello (che ha preso il 7,2%), non la vede così tragica: "Bisogna fare confronti a parità di elezioni e pensare che abbiamo raddoppiato le preferenze rispetto al 2014".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO