Brexit, Europarlamento approva uscita del Regno Unito

Il Parlamento Europeo ha approvato con una larghissima maggioranza - 621 voti a favore su 683 partecipanti - l'accordo di recesso del Regno Unito dall'Unione Europea. A partire dal prossimo 31 gennaio, a 4 anni dalla referendum, il Regno Unito non farà dunque più parte dell'Europa unita dopo 47 anni di appartenenza.

Il dibattito che ha preceduto il voto è stato tra i più sentiti di sempre. Il Presidente David Sassoli ha messo fine ai lavori rivolgendo ai colleghi britannici poche e significative parole: "Lasciate l'Ue ma continuerete a far parte dell'Europa. Per questo a tutti i colleghi dico 'arrivederci'. Voglio salutarvi con le parole di Jo Cox, deputata britannica uccisa in campagna elettorale: 'Abbiamo molto più in comune di quanto ci divide'".

Helen Joanne "Jo" Cox, per chi non lo sapesse o se lo fosse dimenticato, è stata una parlamentare del Partito Laburista che si schierò con forza a favore del Remain e che venne assassinata il 16 giugno 2016, a tre giorni dal referendum, dal neonazista e nazionalista Thomas Mair con 3 colpi d'arma da fuoco e diverse coltellate.

Alla seduta ha preso parte anche Nigel Farage, leader del Brexit Party, che per l'occasione ha indossato dei sobri calzini con i colori della bandiera del Regno Unito. Prima del voto ha anche preso la parola, augurandosi che l'uscita del suo Paese porti ad un "dibattito in tutta l'Europa" che "noi adoriamo", mentre "odiamo l'Unione europea". Dopo il suo intervento ha sventolato una bandierina del Regno Unito e quindi ha lasciato l'aula insieme ai suoi colleghi di partito.

Dopo il voto, invece, è stato il momento dei parlamentari britannici contrari all'uscita dell'Unione Europea, che hanno cantato in coro Auld Lang Syne, noto in Italia come il Valzer delle candele oppure come Il canto dell'addio. La canzone in questione, molto nota in tutto il mondo perché viene cantata anche a capodanno per salutare l'anno appena finito, è universalmente riconosciuta come un canto di fratellanza. Tanti anche gli europarlamentari che hanno mostrato una sciarpa con sopra la scritta "Always United" e, insieme, le bandiere di Unione Europea e Regno Unito.

Sul fronte politico il negoziatore dell'Unione Europea, Michel Barnier, ha assicurato che i negoziati continueranno "nell'anno che viene con lo stesso spirito, difendendo fermamente gli interessi dell'Ue e dei suoi Stati membri per la futura relazione". Il Regno Unito "resta un partner vicino per l'economia e un Paese amico. Dobbiamo creare un nuovo quadro giuridico per questa amicizia"; "il nostro secondo compito è mettere in opera questo accordo, in tutti i suoi aspetti. Penso ai diritti dei cittadini e in particolare alla situazione in Irlanda"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO