Open Arms, il Viminale assegna il porto di Pozzallo per lo sbarco

La decisione è stata presa dopo gli accordi per la ripartizione dei migranti.

Open Arms migranti in mare spagna offre soluzione

Aggiornamento ore 19:53 - Il Ministero dell'Interno ha assegnato alla Open Arms il porto di Pozzallo (Ragusa) per far sbarcare 363 migranti salvati nei giorni scorsi in cinque diversi interventi di soccorso a largo della Libia. Come previsto dal preaccordo di Malta, l'ok allo sbarco è stato dato dopo che sono stati presi gli accordi per la ripartizione dei migranti tra diversi Paesi europei.

Malta rifiuta di assegnare il porto alla Open Arms

Circa 50 persone sono alla deriva nel Mediterraneo a bordo di un’imbarcazione con il motore rotto, in zona SAR maltese: a lanciare l’allerta, via Twitter, è la piattaforma di soccorso Alarm Phone.

In tutto i migranti in difficoltà, e in fuga dalla Libia, sono 47, senza giubbotti di salvataggio e senza mezzi di soccorso alle viste, secondo la telefonata giunta ad Alarm Phone stamattina.

"Le autorità si rifiutano di dirci se stiano lanciando un'operazione di soccorso. Le persone devono essere soccorse e portate in Europa!" specifica l’Ong che gestisce il servizio di soccorso telefonico precisando anche che i migranti, partiti da Zuwara, sono in mare "da due notti: Malta, Non lasciateli annegare".

Le 47 persone a bordo sono preoccupate: "Dicono che stanno imbarcando acqua e di aver paura che i soccorsi non arrivino. Alcune persone stanno piangendo. Chiedono aiuto e necessitano soccorsi immediati! Perché nessuno li sta cercando?".

Intanto la Open Arms, con a bordo 363 persone soccorse in 5 diverse operazioni di salvataggio davanti alle coste della Libia, chiede nuovamente a Italia e Malta di assegnare ai migranti - "per umanità, perché ne hanno diritto" - un porto sicuro. La nave della Ong spagnola Proactiva Open Arms denuncia una situazione "sempre più complicata" a bordo.

Malta ha già rifiutato alla nave lo sbarco per tre volte, dal governo italiano finora nessuna risposta.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO