Prescrizione, Zingaretti a Renzi e Bonafede: "Basta con picconi, divisioni e lacerazioni"

L'intervento del segretario del PD sulla diatriba relativa alla prescrizione.

Zingaretti su prescrizione

La discussione sulla prescrizione va avanti tra un attacco di Matteo Renzi, una replica di Alfonso Bonafede e una controreplica del fondatore di Italia Viva, che ha promesso di dare del filo da torcere al governo se intende far passare la riforma voluta dal ministro della Giustizia, minacciando di votare con la destra.

Oggi sul tema è intervenuto anche il segretario del PD Nicola Zingaretti. A margine dell'incontro a Roma, nella sede della Regione Lazio, con l'ambasciatore cinese e le ricercatrici dello Spallanzani che hanno isolato il coronavirus, Zingaretti, interpellato sul tema prescrizione dai giornalisti, ha detto:

"Confido sul fatto che le soluzioni si possano trovare. Se non si trovassero andremo avanti con la nostra proposta di legge. La nostra iniziativa è per trovare soluzioni non per rompere o distruggere"

E ha aggiunto:

"Basta picconi, divisioni, basta con le lacerazioni, è il momento di ricostruire il Paese che significa dare agli italiani una prospettiva e delle certezze. Questo vuole dire costruire una agenda di cose concrete che si possono fare"

Quando poi gli è stato domandato che cosa pensa delle minacce di Renzi di votare con le opposizioni, Zingaretti ha risposto soltanto:

"Noi non lo facciamo, chiedetelo a chi lo fa"

Zingaretti, dunque, nella querelle, assume il ruolo di mediatore, anche se questo arduo compito, di fatto, spetterà al Premier Giuseppe Conte, che dovrà davvero mediare tra le diverse anime del governo su questo spinosissimo argomento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO