Frosinone, lancio di sassi contro studenti cinesi dell'Accademia. Zingaretti: "Sono senza parole. Una vergogna"

È successo dopo che una studentessa cinese è stata sottoposta al test per coronavirus (ma è poi risultata negativa).

Sassaiola a Frosinone contro studenti cinesi per paura coronavirus

Dentro l'Accademia di Belle Arti di Frosinone si è verificato un fatto molto grave. Secondo quanto raccontato dal docente di Fashion Design Giuseppe Iaconis, e riportato poi anche dal Presidente del Consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini, c'è stata una sassaiola contro studenti cinesi.

Tutto sarebbe partito dal fatto che una studentessa cinese che si è ammalata è stata sottoposta al test per il coronavirus allo Spallanzani. La ragazza, tuttavia, è risultata negativa, ha solo una banale influenza, ma questo è bastato per tirare fuori il razzismo che era evidentemente latente dentro alcuni suoi colleghi. L'Accademia era stata chiusa in via cautelativa dopo il caso della studentessa.

L'accaduto è stato riferito durante una conferenza stampa della direttrice dell'Istituto Loredana Rea e del presidente della Consulta degli studenti Luca Spatola.

Buschini ha commentato:

"È un episodio gravissimo, senza precedenti, un'autentica vergogna. Mi auguro che gli autori di questa follia possano essere perseguiti dalla giustizia e si rendano conto dell'assurdità che hanno commesso, nella speranza che vogliano pentirsi e chiedere scusa"

Anche Nicola Zingaretti, segretario del PD e Presidente della Regione Lazio, ha commentato il fatto sui social:

"Io sono senza parole, spero che i responsabili siano coscienti di dover rispondere di questa vergogna. Se la disinformazione porta addirittura a gesti pericolosi come questo, dobbiamo impegnarci tutti e di più per raccontare la verità e le notizie corrette. Solidarietà alle vittime di una vera e propria aggressione"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO