Giorgia Meloni denuncia "l'ultima oscenità Pd: 900mila euro pubblici per comprare consenso"

Giorgia Meloni pd marchette per voti

La denuncia arriva dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che sui suoi canali social scrive: "Tra gli emendamenti dei relatori della maggioranza Pd-M5S al decreto milleproroghe spunta un contributo di 900 mila euro alla Casa delle Donne di Roma". Fin qui niente di male, anzi.

Ma secondo Meloni la verità sarebbe un'altra: "La sinistra regala quasi un milione di euro di soldi pubblici ad un'associazione legata alla sinistra, che fa politica a sinistra". Donne o non donne.

E non finisce qui. Meloni rincara la dose contro "l'ultima oscenità del Pd: dare quasi un milione di € del Mef, guidato da Gualtieri, alla Casa delle Donne, associazione di sinistra che si trova nello stesso collegio nel quale il Ministro è candidato. Non si usano Istituzioni per comprare consenso".

Meloni si riferisce alle elezioni suppletive della Camera: "È ignobile come la sinistra utilizzi senza nessun pudore il potere e le Istituzioni per fare marchette elettorali e comprare voti. Fratelli d'Italia darà battaglia in tutte le sedi per denunciare e cancellare questa oscenità. I soldi degli italiani sono degli italiani, non del Pd e dei suoi amici" conclude la parlamentare.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO