Prescrizione, Renzi: "Se presentano decreto o emendamento votiamo contro". Crimi (M5S): "Se Italia Viva vuole la crisi lo dica"

Italia Viva minaccia di votare contro il governo sulla prescrizione.

Renzi e Crimi

Si comincia a sentire sempre più aria di crisi nella maggioranza del governo Conte 2. Il problema è la posizione di Italia Viva sulla prescrizione. Il partito di Matteo Renzi minaccia di votare contro un eventuale decreto o emendamento dell'esecutivo di cui fa parte. Oggi, infatti, uno degli uomini di fiducia di Renzi, Roberto Giachetti, ha detto:

"Noi andremo fino in fondo contro il blocco della prescrizione, contro questa riforma che riteniamo liberticida. Se siamo anche disposti a far cadere il governo? Stasera avremo la riunione dei gruppi, dovremo decidere cosa fare"

E Giachetti ha anche ipotizzato una mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede se il Guardasigilli dovesse "continuare con una forzatura di questo tipo". È arrivata poi la replica del capo politico reggente del MoVimento 5 Stelle, Vito Crimi, il quale ha detto:

"Qualcuno oggi tra le fila di Italia Viva chiama in causa il ministro Bonafede con accenti totalmente fuori luogo. Gli attacchi e le costanti minacce sono inaccettabili: se intendono aprire la crisi di governo lo si dica chiaramente e si faccia secondo modi e procedure istituzionali. A quel punto gli italiani sapranno chiaramente chi vuole fare il loro interesse e chi no"

Nel tardo pomeriggio di oggi Matteo Renzi ha definitivamente svelato le carte scrivendo sui suoi account social:

"Per giorni hanno detto che Italia Viva avrebbe mollato e che mi sarei venduto per due poltrone. FAKENEWS! Non si molla! Se davvero presenteranno decreto o emendamento su prescrizione noi voteremo contro. Si tengano le loro poltrone, noi ci teniamo i nostri valori. Sui diritti dei cittadini non si fanno pasticci da azzeccagarbugli. A testa alta"

In giornata Renzi aveva anche spiegato:

"Al momento c'è una soluzione intelligente per prendere tempo e approfondire le varie mediazioni. Si chiama Lodo Annibali, è un emendamento del Milleproroghe e serve per approfondire i temi in discussione"

E aveva aggiunto:

"Se invece si vuol fare un pasticcio da azzeccagarbugli, che secondo ex presidenti della Consulta è chiaramente incostituzionale, noi non lo votiamo. Tutto qui, semplice no? E dire che basterebbe approvare il Lodo Annibali. Ma rischiare una crisi, per alcuni dei nostri ex riformisti ora giustizialisti, è meglio che dare ragione a Italia Viva"

Insomma, la questione prescrizione sembra una minaccia sempre più concreta in seno al governo Conte 2, al Premier spetterà l'ingrato compito di tentare una conciliazione tra le due parti in causa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO