Decreti Sicurezza? Zingaretti: "Con M5S ricomporremo la distanza"

Zingaretti decreti sicurezza

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti prende tempo sui cosiddetti Decreti Sicurezza, eredità del governo Lega-M5s che portano la firma di Matteo Salvini e che le Sardine chiedono siano ora abrogati. Anche il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha chiarito che vanno superati.

Il M5S però si sta mettendo di traverso. Del resto quei decreti sono stati sostenuti con convinzione dai grillini, ai tempi della maggioranza gialloverde.

"Credo assolutamente che sui decreti sicurezza si ricomporrà la distanza con il Movimento 5 Stelle. È quello a cui sta lavorando il ministro" dell’Interno, dice Zingaretti prima del suo intervento di oggi alla Casa delle Donne a Roma. Secondo Zingaretti: "I decreti di Salvini non avevano una riga sulla sicurezza urbana: erano decreti-paura, decreti-propaganda. Non servono al tema della sicurezza".

In ogni caso: "Si sta facendo un buon lavoro e, fatti tutti i passaggi, ora è tempo di stringere e varare provvedimenti che tutti aspettano accanto ai piani straordinari di interventi nelle periferie è questo il modo di dare concretezza e senso all'azione di governo. Io sono fiducioso perché gli italiani non ne possono più delle polemiche, delle chiacchiere, dei no, dell'attendismo. Aspettano risposte".

Zingaretti elogia poi la titolare del Viminale: "Finalmente l'Italia ha un ottimo ministro dell'Interno che sta preparando dei decreti di vivibilità e sicurezza. Perché la sicurezza è un diritto e va data investendo sulle forze dell'ordine, investendo nelle periferie, sulla cultura e sullo sport ma soprattutto su un'idea vera di sicurezza, quella percepita dai cittadini, diversa dalla paura che veniva distillata. Noi crediamo che questo sia importante farlo. E farlo in fretta".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO