Intercettazioni, il Senato conferma la fiducia al governo con 156 sì

senato approva legge voto di scambio

Con 156 sì, e l'assenza di Matteo Renzi impegnato a fare polemica a pochi passi dall'Aula, il Senato ha confermato oggi la fiducia all'esecutivo di Giuseppe Conte sul decreto legge Intercettazioni, che si prepara ad approdare alla Camera dei Deputati in vista della scadenza fissata per il 29 febbraio 2020.

Il via libera è arrivato con 156 voti favorevoli, 118 contrari e nessuna astensione. A favore del DL hanno votato anche i senatori di Italia Viva, anche se Matteo Renzi si è affrettato a precisare che quel sì al DL Intercettazioni non va letto come una "fiducia ad un singolo ministro".

A manifestare malcontento, pur confermando il voto a favore, era stato anche il senatore di Italia Viva Giuseppe Cucca:

Italia Viva voterà favorevolmente per l'approvazione di questo provvedimento: non possiamo dirci pienamente soddisfatti per il contenuto per i motivi già manifestati.

Ora il testo passerà alla Camera dei Deputati per il via libera definitivo che dovrà arrivare necessariamente entro la fine del mese.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO