Coronavirus: Ucraina, attacco al pullman dei rimpatriati dalla Cina. Scontri a Novi Sanshary

coronavirus assalto bus ucraina

Il panico da coronavirus in Ucraina ha fatto rischiare conseguenze gravi ai passeggeri di un pullman con a bordo 45 cittadini ucraini e 27 stranieri che erano stati rimpatriati con un volo da Wuhan, la megalopoli della Cina centro-orientale da cui è partita l’epidemia.

I media locali e internazionali riferiscono di una folla inferocita che nella notte, a Novi Sanshary, nella regione ucraina di Poltava, ha protestato contro l’arrivo degli evacuati accendendo roghi in strada e prendendo di mira il bus con una sassaiola. Per calmare le acque i poliziotti hanno avuto il loro bel daffare, con tanto di scontri con alcuni manifestanti, 9 feriti (8 agenti e un civile) e 24 arresti.

Nessuna delle persone rientrate dalla Cina e a bordo del pullman era in realtà positiva al virus. Le autorità ucraine hanno messo tutti in quarantena in via precauzionale. La vicenda dell’attacco al bus potrebbe essere nata dopo una falsa email del Ministero della Salute in cui si parlava di alcuni passeggeri contagiati dal nuovo coronavirus.

La ministra della Salute ucraina Zorina Skaletska ha fatto sapere che si metterà in quarantena volontaria per 14 giorni in segno di "solidarietà" con i rimpatriati che si trovano ora nell'ospedale di Novi Sanzhary.

Mosca intanto ne approfitta per attaccare il governo: dal ministero degli Esteri, la portavoce Maria Zakharova parla di "disumanizzazione della società civile e disorganizzazione del governo". Su Facebook la portavoce scrive: "Ho una domanda per i protettori della democrazia ucraina: state davvero sostenendo che quel Paese sia un esempio di riforme progressiste per il mondo intero? Questa non è altro che una mostruosa disumanizzazione della società civile e disorganizzazione del governo. La mia domanda ai principali iniziatori delle vessazioni contro la Cina è: siete sicuri che sia necessario spaventare il pianeta con la minaccia cinese?".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO