Coronavirus, varato il decreto: "Nelle aree di focolaio stop ad ingressi ed uscite"

"Abbiamo adottato un decreto legge con misure per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica. Lo scopo è tutelare il bene della salute degli italiani". A pronunciare queste parole è stato il Premier Conte al termine di una lunghissima riunione del Consiglio dei Ministri dedicata all'epidemia di coronavirus, che si è tenuta nella sede della Protezione Civile.

Negli 11 comuni delle due aree focolaio in Lombardia e Veneto "non sarà consentito l'ingresso e l'allontanamento, salvo specifiche deroghe da valutare di volta in volta. In quelle aree è già stata disposta la sospensione delle attività lavorative e delle manifestazioni". Il Premier ha anche aggiunto che nei prossimi giorni saranno predisposti degli stanziamenti per le realtà lavorative costrette a sospendere le attività.

A far rispettare le misure saranno le forze dell'ordine: "Ovviamente disporremo dei presidi e dei controlli e quindi abbiamo già dato mandato alle forze dell'ordine perché provvedano e se è necessario ci saranno le forze armate, ma confideremo molto sulla collaborazione dei cittadini. Sono sicuro che ci sarà una forma di intensa collaborazione con la comunità locale. Comunque predisporremo misure perché le iniziative prese abbiano piena attuazione".

È stato inoltre deciso di rinviare tutti gli eventi sportivi in programma domani in Veneto e Lombardia, quindi di conseguenza anche 3 match di Serie A: Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO