OMS: "Contagi di coronavirus in Italia sono un mistero"

oms coronavirus italia

I contagi da coronavirus in Italia sono anomali: è quanto dichiara Hans Kluge, il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità in Europa. In un’intervista al quotidiano La Repubblica, Kluge di dice assai preoccupato per i focolai del nostro Paese, poiché non sembrano esserci dirette correlazioni con viaggi in Cina o altri casi di contagio già confermati. “Quello che preoccupa della situazione italiana - ammette - è che non tutti i casi registrati sembrano avere una chiara storia epidemiologica, cioè un legame con viaggi in Cina o contatti con altri casi già confermati”.

Un’affermazione preoccupante e che spiega le difficoltà da parte delle autorità nel circoscrivere i focolai e i provvedimenti purtroppo tardivi. “Ora - continua il direttore dell’OMS in Europa - è molto importante capire come si sono svolti gli eventi, identificare e tracciare i contagi: occorre che le autorità sanitarie italiane si focalizzino su questo aspetto. Gli sforzi delle autorità italiane sono ammirevoli. Noi ci siamo offerti di lavorare insieme per dare il nostro supporto, per il bene dei cittadini italiani e della comunità internazionale”.

Kluge (OMS): "Rivolgetevi solo ai canali ufficiali"

Senza alimentare allarmismi, Kluge ribadisce poi per documentarsi sul coronavirus, le sue implicazioni e le contromisure per ridurre il rischio di contagio di rivolgersi ai “canali informativi affidabili, quelli del Ministero della Salute, dell’Istituto superiore di sanità, dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Sicuramente non ci proteggerà dal contagio la discriminazione di chi ha un’origine diversa dalla nostra. È il tempo della solidarietà e della cooperazione”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO