Fontana: "Il coronavirus è poco più di una normale influenza"

Il governatore lombardo sottolinea che il virus non è letale.

Attilio Fontana

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana oggi ha riferito al Consiglio Regionale sulla diffusione del coronavirus nella regione e ha sottolineato che, in realtà, non è così pericoloso come può sembrare:

"Situazione difficile, ma non così tanto pericolosa. Il virus è molto aggressivo nella diffusione, ma poi nelle conseguenze molto meno. Fortunatamente è poco più, non sono parole mie, di una normale influenza"

E ha spiegato:

"È un virus particolarmente rapido, particolarmente capace di infettare. Il numero è alto anche perché la nostra Regione ha deciso di iniziare un'attenta valutazione delle persone che hanno le condizioni per essere ritenute affette da questo virus a allora abbiamo fatto tanti tamponi e tanti esami. Chiaro che facendo tanti esami abbiamo trovato tanti che erano stati colpiti da questa infezione"

Il governatore ha poi voluto ringraziare tutti gli operatori del sistema sanitario:

"Bisogna ringraziare il nostro sistema sanitario fatto da medici, infermieri, ma anche da gente che magari non si vede neanche e che lavora nell'ombra. Ci sono persone che sono da considerare eroiche, gente che non guarda l'orario di lavoro, gente che non torna a casa, medici che per paura di infettare la loro famiglia hanno deciso di vivere in ospedale per continuare a lavorare. A loro si deve dire grazie e questa è la dimostrazione che il sistema Lombardia funziona e che la nostra è una vera comunità"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO