Coronavirus, Salvini sul decreto del governo: "Se è questo non lo votiamo. Servono più soldi"

Matteo Salvini in conferenza stampa alla Camera ha detto che la Lega non voterà il decreto del governo con le misure per contrastare gli effetti del coronavirus: "Servono più soldi".

salvini attacca lamorgese sui migranti

"Se il decreto arriva in Aula con questi soldi e queste lacune, non lo votiamo, non votiamo una cosa che non serve al Paese". Matteo Salvini oggi ha tenuto una conferenza stampa alla Camera per dire che non voterà il decreto del governo con le misure economiche per affrontare le conseguenze dell'emergenza coronavirus. Quando è stata riferita al Premier Giuseppe Conte l'intenzione della Lega di non votare il decreto, il Presidente del Consiglio si è limitato ad aprire le braccia e alzare lo sguardo al cielo. Il leader del Carroccio ha spiegato:

"È una presa in giro la sospensione dei pagamenti delle tasse per due mesi, con l'impegno a pagare tutto ad aprile, tutte le categorie chiedono almeno fino a tutto il 2020. Sui primi interventi del governo, i primi aggettivi che arrivano dalle categorie produttive sono 'insufficiente, timido, frammentario', i primi passi del governo non servono a nulla, mentre la Corea investe 25 miliardi, è chiaro che 3 miliardi non servono neanche a un decimo dell'economia a rischio. Ci sono 23mila aziende a rischio e 100mila posti di lavoro pronti a saltare, con i 100mila a rischio nella cooperazione siamo a 200mila"

Salvini, invece, chiede:

"Esonero di tutti i pagamenti dalla zona rossa, non sospensione, per tutto il 2020, cassa integrazione, rimozione del codice degli appalti, sospensione degli Isa, gli studi di settore, sospensione dei versamenti Iva e pagamento immediato dei debiti della Pa, sospensione dell'Irap"

L'ex ministro ha poi detto:

"Se il governo continuerà a ridere, a spartirsi poltrone, sottoporremo al presidente della Repubblica il fatto che è grave"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO