Coronavirus, le raccomandazioni del comitato scientifico per tutti gli italiani

Niente contatti ravvicinati tra persone, niente saluti affettuosi con baci ed abbracci, evitare i luoghi affollati e, per gli anziani, ridurre le uscite al minimo indispensabile. Sono queste le raccomandazioni per tutti i cittadini italiani, non soltanto quelli residenti nelle zone più colpite dall'epidemia di coronavirus COVID-19, che il comitato scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte diffonderà in modo ufficiale nelle prossime ore.

Gli esperti, che hanno già riferito al governo i punti del loro vademecum da presentare a tutti i cittadini che si trovano in Italia, sostengono che queste piccole accortezze, a cominciare dal tenere una distanza di sicurezza di almeno due metri, possono contribuire a limitare il più possibile la diffusione dell'epidemia e scongiurare possibili nuovi focolai. Questo vale anche e soprattutto per i luoghi chiusi.

E se gran parte degli eventi sportivi e delle manifestazioni nazionali sono stati sospesi o rinviati, il comitato scientifico ha proposto di continuare su quella linea, fermando per almeno un mese tutti i tipi di manifestazioni che non consentono di rispettare la distanza di sicurezza di due metri tra una persona e l'altra. Non verranno chiusi i locali pubblici come bar, cinema o musei in tutto il Paese, ma gli esperti consigliano comunque a tutti i cittadini di evitarli ove possibile.

Maggiore attenzione alle persone anziane. A tutti i cittadini over 75 verrà consigliato di rimanere chiusi in casa e lo stesso varrà per gli over 65 che hanno altre patologie. Ovviamente il suggerimento sarà valido per l'intero Paese, ma non si tratterà di un obbligo: va da sé che sarà richiesta la collaborazione di tutti, non soltanto per sé stessi ma per l'intera popolazione.

Il comitato scientifico ribadirà anche anche regole base che gli esperti stanno raccomandando da settimane: chi tossisce o starnutisce dovrà farlo utilizzando un fazzoletto di carta usa e getta che dovrà essere poi gettato in un contenitore chiuso. In caso di assenza di fazzoletti di carte, vale il trucco di utilizzare la piega del gomito.

E, per evitare di sovraccaricare senza motivo valido il sistema sanitario nazionale, chi manifesterà sintomi influenzali senza esser mai stato nelle zone rosse o gialle e senza aver avuto contatti con casi positivi, dovrà rimanere a casa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO