Coronavirus in USA: 233 casi e 14 morti. La Casa Bianca ammette la scarsità dei tamponi disponibili

Gli Stati Uniti sembrano aver sottovalutato l'epidemia di coronavirus COVID-19 e i casi di positività aumentano di giorno in giorno. Ad oggi, secondi i dati ufficiali, sono 233 le persone risultate positive al COVID-19 e almeno 14 le persone che hanno perso la vita a causa di complicazioni legate all'infezione.

Almeno 20 gli Stati coinvolti da una parte all'altra degli USA, con la California che ha già dichiarato lo stato di emergenza e il governo centrale che fa fatica a fornire a tutti i kit per la rivelazione dell'infezione da COVID-19.

È stato lo stesso vicepresidente USA Mike Pence, in queste ore, ha precisare che l'amministrazione Trump non riuscirà a raggiungere l'obiettivo che si era prefissato: consegnare oltre un milione di kit per il test entro il fine settimana.

Oggi non abbiamo test a sufficienza per rispettare l'obiettivo che ci eravamo prefissati. Ma abbiamo comunque dei modi per assicurare che questi test siano disponibili a breve.

Lo stato di New York ha reso noto che durante la notte i casi di positività al COVID-19 sono raddoppiati, da 11 a 22, la maggior parte dei quali nei dintorni della città di New York, e senza i tamponi per eseguire i test diventa sempre più difficile avere certezze sulla diffusione dell'epidemia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO