Coronavirus, l'OMS elogia l'Italia e critica i Paesi che stanno sottovalutando l'epidemia

World Health Organization

L'Italia è il Paese del Mondo più colpito dall'epidemia di coronavirus COVID-19 dopo la Cina, da cui è partito il contagio, e la Corea del Sud, ma le misure adottate dalle istituzioni italiane in modo tempestivo dopo i primi casi di contagio, in un primo momento criticate da parte della popolazione e dall'opposizione, stanno ricevendo il plauso degli esperti anche al di fuori del Paese.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità in queste ore ha elogiato il modo in cui l'Italia sta affrontando a gestendo questa crisi. Hans Kluge, direttore dell'OMS per l'Europa, ha espresso "sincero apprezzamento" per il ministro della Salute Roberto Speranza e per l'autorizzazione concessa dallo stesso ministro all'arrivo in Italia di un senior adviser dell'OMS.

Al contrario, ieri l'OMS aveva criticato il comportamento di altri Paesi che, almeno in questa prima fase, sembrano avere preso con più superficialità la serietà di questa epidemia. La critica era arrivata direttamente dal direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus:

Siamo preoccupati per il fatto che una lunga lista di Paesi non lo abbiano preso abbastanza sul serio, o abbiano deciso che non possono fare nulla. In alcuni Paesi il livello di impegno politico e le azioni che lo dimostrano non corrispondono al livello della minaccia che tutti affrontiamo.

Quello che sta accadendo in queste settimane in Italia potrebbe verificarsi anche negli altri Paesi europei o del resto del Mondo, come sembrano anticipare i numerosi casi in aumento in tutto il Mondo.

L'Italia dovrebbe fungere da esempio per tutti gli altri Paesi, che possono giocare un po' di anticipo e attuare misure preventive per contenere il più possibile la diffusione dell'epidemia, sempre più vicina ad essere classificata come pandemia dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO