Coronavirus, le Regioni del Sud Italia impongono la quarantena a chi arriva dal Nord: tutte le ordinanze


Il nuovo DPCM firmato questa notte dal premier Giuseppe Conte e pubblicato in mattinata in Gazzetta ufficiale non ha tenuto conto di un effetto inevitabile: la fuga dei cittadini verso il sud del Paese, spaventati dalla quarantena e dalla possibilità, nei prossimi giorni, di una stretta più decisa sugli spostamenti in tutto il Paese.

Un comportamento per certi versi comprensibile, ma anche irresponsabile per chi arriva dalle zone più a rischio e, senza alcun controllo, rischia di portare l'epidemia anche in quelle aree del Sud che finora sono rimaste immuni col rischio di mettere in ginocchio il già ammaccato sistema sanitario.

Per questo motivo, dopo il tempestivo appello del governatore della Puglia Michele Emiliano, che ha prontamente firmato un'ordinanza per obbligare alla quarantena tutti quei cittadini in arrivo in Puglia dalle Regioni del Nord Italia, altre regioni del Sud si stanno unendo a quell'appello.

Campania, Sicilia, Molise, Abruzzo, Basilicata e Calabria hanno fatto lo stesso invito a tutti in cittadini in arrivo nelle Regioni in queste ore dalle zone rosse del nord e centro Italia. Di seguito abbiamo raccolto tutte le ordinanze già firmate, invitandovi in ogni caso a verificare direttamente sui siti ufficiali delle varie Regioni, così da trovare in qualsiasi momento tutte le informazioni aggiornate.

L'ordinanza della Regione Puglia

ORDINANZA REGIONE PUGLIA

MESSAGGIO PER CHI È RIENTRATO IN PUGLIA A PARTIRE DAL 7 MARZO

SE SEI TORNATO IN PUGLIA DA:
Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio- Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia
PER SOGGIORNARE A CASA O NEL TUO DOMICILIO

HAI L’OBBLIGO DI:

✅ restare a casa o domicilio in ISOLAMENTO per 14 giorni
✅ chiamare subito il tuo medico curante o compilare il modulo on line per dichiarare di essere rientrato in Puglia (link al modulo: https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus);
✅ non spostarti e viaggiare per 14 giorni;
✅ rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza;
✅ avvertire subito il tuo medico o l’operatore di sanità pubblica se compaiono sintomi.

🔴 RISPETTARE L’ORDINANZA È NECESSARIO PER CONTENERE IL CONTAGIO DEL VIRUS.

SE NON RISPETTI L’ORDINANZA COMMETTI UN REATO E SEI PASSIBILE DI AZIONE PENALE.

➡ Il testo completo dell'ordinanza è disponibile su: https://rpu.gl/ord-080320-1130

Posted by Michele Emiliano on Sunday, March 8, 2020

L'ordinanza della Regione Sicilia

Anche il governatore della Regione Sicilia, Nello Musumeci, ha firmato un'ordinanza per imporre la quarantena a chiunque sbarchi in Sicilia, "con qualsiasi mezzo, provenendo dalle zone rosse del Nord". I cittadini hanno il dovere di informare il proprio medico di base e di porsi in autoisolamento.

Il sito ufficiale della Regione Sicilia recita:

"Chi sbarca in Sicilia, con qualsiasi mezzo, provenendo dalle zone rosse del Nord, ha il dovere di informare il medico di base e porsi in autoisolamento".
Lo impone un'ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e in fase di notifica ai nove prefetti, ai questori ed ai 390 sindaci dell'Isola. Nella sua ordinanza, il governatore richiama le competenze comuni a tutte le regioni italiane e quelle previste dal comma 2 dell'articolo 31 dello Statuto siciliano che conferiscono al presidente della Regione il potere di disporre delle forze di polizia in caso di necessità.
"Se tutti manteniamo la calma e il senso di responsabilità, riusciremo a gestire e superare anche questo particolare momento. Noi siciliani abbiamo affrontato ben altre calamità e non ci arrendiamo. Ma ognuno faccia la propria parte", ha esortato Musumeci dal suo isolamento domiciliare dove si trova da ieri per precauzione dopo il contatto avuto mercoledì a Roma con il collega Zingaretti. Al primo tampone negativo di ieri sera ne seguirà un altro tra due giorni.

#Sicilia #governoMusumeci #Coronavirus #CoronavirusSicilia #CoronavirusItalia #Covid19 #Covid19Italia Costruire Salute Regione Siciliana

Posted by Nello Musumeci on Sunday, March 8, 2020

L'ordinanza della Regione Campania

Il Presidente della Campania Vincenzo De Luca si è subito allineato alle altre Regioni e ha firmato questa mattina un'ordinanza per imporre l'isolamento domiciliare a chi rientra in Compagnia dalla zona rossa definita durante la notte:

++ AVVISO ++

🔴 #CORONAVIRUS, ORDINANZA

L'ordinanza firmata dal Presidente Vincenzo de Luca che dispone l'obbligo di...

Posted by Regione Campania on Sunday, March 8, 2020

A questo indirizzo potete leggere l'ordinanza integrale dell'8 marzo 2020.

L'ordinanza della Regione Basilicata

L'ordinanza firmata dal Presidente della Regione Basilicata Vito Bardi, consultabile integralmente a questo indirizzo, recita:

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, tutti i soggetti che rientrano a far data dali ' 8 marzo 2020 nella regione Basilicata, provenienti dalla regione Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, devono osservare le seguenti misure:

a) comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale, ovvero pediatra di libera scelta, ovvero al numero verde appositamente istituito dalla Regione 800996688;
b) osservare la permanenza domiciliare, con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per quattordici giorni;
c) evitare contatti sociali;
d) osservare il divieto di spostamenti e/o viaggi;
e) rimanere raggiungibili per le attività di sorveglianza;
f) in caso di comparsa di sintomi, avvertire immediatamente il medico di medicina generale, o il pediatra di libera scelta o l'operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.
2. La mancata osservanza degli obblighi di cui al precedente comma l, lettere da a) a f), comporta l'applicazione delle conseguenze sanzionatorie indicate all'articolo 4, comma 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020.

L'ordinanza della Regione Abruzzo

Marco Marsilio, Presidente della Regione Abruzzo, ha dichiarato:

Già da questa notte ho dato disposizioni alla Protezione Civile di inviare squadre di volontari presso le principali stazioni ferroviarie e terminal bus per ‘intercettare’ gli arrivi da nord, distribuire il ‘decalogo’ dei comportamenti virtuosi di contenimento del virus e invitare tutti all’isolamento volontario.

L'ordinanza, consultabile integralmente a questo indirizzo, include le stesse disposizioni adottate da altre Regioni.

L'ordinanza della Regione Calabria

Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, è intervenuta in modo tempestivo:

Ho appena firmato l’ordinanza che introduce misure straordinarie a seguito dell’evoluzione che ha avuto l’emergenza Coronavirus nelle regioni settentrionali. Un’evoluzione che ha spinto tante persone residenti al Nord a far ritorno in Calabria.
Come già annunciato il documento prevede, per chiunque arrivi in Calabria o vi abbia fatto ingresso negli ultimi quattordici, giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, la misura della quarantena obbligatoria con sorveglianza attiva.

Nel dettaglio il testo dell'ordinanza, che vi invitiamo a leggere nella sua totalità a questo indirizzo, prevede:

A chiunque arrivi in Calabria o vi abbia fatto ingresso negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e:
- nella Regione Lombardia
- nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia
dove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus (DPCM 08 marzo 2020 l’aggiornamento del quale potrà essere conosciuto attraverso il sito istituzionale del Ministero della salute e della Regione), si applica la misura della quarantena obbligatoria con sorveglianza attiva.

Chiunque si trovi nelle condizioni di cui al punto 1, deve comunicare tale circostanza direttamente - ovvero attraverso il proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera scelta, oppure telefonando al numero verde regionale 800-767676 - al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente, che adotterà le misure già previste nell’Ordinanza n. 1/2020.

I Dipartimenti di Prevenzione forniscono giornalmente al Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie e al Prefetto territorialmente competente, le informazioni relative ai soggetti posti in quarantena o isolamento domiciliare con sorveglianza attiva, secondo il format appositamente definito.

L'ordinanza della Regione Molise

Donato Toma, presidente della Regione Molise, ha firmato l'ordinanza questa mattina.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO