Coronavirus, Zaia: "Le province del Veneto devono uscire dalla zona rossa"

Il governatore della Regione Veneto, il leghista Luca Zaia, non ha accolto di buon grado l'ultimo Dpcm recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus COVID-19 sull'intero territorio nazionale. La zona rossa è stata estesa per includere le aree più coinvolte dell'epidemia e al suo interno sono finite anche tre province del Veneto: Treviso, Padova e Venezia.

Zaia, però, non ci sta. Per il governatore leghista la decisione di includere anche parte del Veneto nella zona rossa sarebbe eccessiva e per questo ha chiesto al governo di Giuseppe Conte di rivedere quella decisione ed escludere le tre province venete:

Noi continuiamo a dire che vogliamo che le nostre tre province escano da questa idea di zona rossa, rispettiamo le regole però non vogliamo avere tre province dentro sulla base di quella classificazione.

Il Veneto, lo ha ricordato lo stesso governatore Zaia, al momento conta 658 persone positive al COVID-19, 47 delle quali in terapia intensiva. Questo, secondo Zaia, non sarebbe sufficiente a classificare quelle tre province come zona rossa, come se la decisione dipendesse da lui e non dagli esperti che, insieme al governo, ha riflettuto a fondo sulle misure da attuare.

Non lo dico per un fatto di vanto ma perché i dati ci dicono che la provincia di Treviso ha un cluster tutto ospedaliero, cioè una signora, per altro deceduta, ha contagiato un reparto con degli ospedalieri che sono stati velocemente isolati. Molti sono asintomatici, passeranno la quarantena dei 15 giorni e finisce lì.

Zaia, lo stesso che ha puntato il dito contro i cinesi che "mangiano i topi vivi", quello che ha proposto di affidare il piano di rilancio del Paese agli influencer, è anche lo stesso che appena pochi giorni fa voleva considerare l'intero Veneto una zona rossa, oggi non ci sta e giudica eccessive le misure del governo Conte.

Il comitato scientifico della Regione Veneto questa notte mi ha preparato una relazione per dire di togliere le tre province venete che io ho mandato alle due del mattino e poi ho scoperto che avevano già deciso, firmato e fatto tutto.

❌❌❌ #CORONAVIRUS / Il mio intervento di stamattina al Tg2. ❌❌❌

Posted by Luca Zaia on Sunday, March 8, 2020
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO