Coronavirus: nuove misure restrittive alla Camera fino al 3 aprile

coronavirus misure camera

Nuove misure da oggi alla Camera dei Deputati per ridurre i rischi di contagio da coronavirus. Le nuove regole saranno in vigore fino al prossimo 3 aprile, salvo proroghe. In base a quanto disposto dal Collegio dei Questori, Palazzo Montecitorio e il palazzo dei Gruppi chiudono alle 19, mentre i restanti palazzi (palazzo del Seminario; complesso di vicolo Valdina; palazzo Theodoli-Bianchelli e palazzo ex banco di Napoli) chiudono i battenti alle 17.

Non è tutto, ovviamente, le strutture di ristorazione - ristorante di palazzo Montecitorio; self service di palazzo Montecitorio; ristoranti di San Macuto e di vicolo Valdina - sono sospese, ma lo stesso Collegio si riserva di definire "le modalità di eventuale apertura del ristorante di palazzo Montecitorio in relazione all’andamento dei lavori dell’Assemblea". Per supportare il lavoro delle Commissioni, invece, saranno predisposti servizi di catering. Sospesa anche l’apertura della buvette e dei bar di palazzo Montecitorio, di palazzo del Seminario e del complesso di Vicolo Valdina. Contestualmente, i Questori hanno già comunicato ai responsabili di tutti i servizi ospitati alla Camera - dalla banca all’ufficio postale, passando per la tabaccheria - di limitare le presenze di dipendenti solo a quelli strettamente necessari. Sono esautorati da queste limitazioni i dipendenti dei servizi di pulizia, che anzi in questi giorni saranno chiamati a maggiore attenzione.

Camera dei Deputati: cancellate conferenze stampa e spenti computer in comune

Non si terranno nemmeno le conferenze stampa in programma in questo periodo "al fine di evitare possibili assembramenti" e inoltre sono state disattivate tutte le postazioni di lavoro comuni, vale a dire i computer nella galleria dei Presidenti, nella galleria Fontana e nel corridoio superiore dell'aula.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO