Coronavirus, Merkel: "A rischio contagio il 70% dei tedeschi"

merkel tedeschi coronavirus

Dopo le indiscrezioni circolate nella giornata di ieri, la cancelliera tedesca Angela Merkel ammette pubblicamente la sua preoccupazione per l’emergenza coronavirus. "Gli esperti dicono che potrà infettarsi fino al 70% della popolazione", ha affermato evidenziando che la sfida sarà "guadagnare tempo". Insomma, dopo essere parso un problema strettamente italiano, anche gli altri Paesi dell’UE si stanno rendendo conto dell’impatto sanitario ed economico che l’emergenza può avere: "Tutte le misure che stiamo prendendo sono della massima importanza perché ci stanno dando del tempo in più", ha proseguito Angela Merkel.

Germania: il calcio verso lo stop come in Italia

Intanto, c’è il primo caso di calciatore contagiato nel calcio professionistico tedesco: si tratta di Timo Hubers, giocatore dell’Hannover 96 (club di Bundesliga 2) risultato positivo al coronavirus. Il 23enne sarebbe stato contagiato durante una festa privata sabato sera a Hildesheim. Per evitare ulteriori contagi, tutta la squadra dell’Hannover è stata messa in quarantena preventiva. "Timo - ha detto il ds del club Zuber - è sempre stato esemplare, non ha mostrato alcun sintomo sinora. Quando ha scoperto che una persona che era con lui sabato era rimasta positiva, ha chiamato i nostri medici e si è subito messo in quarantena".

La positività di Hubers ora fa riflettere la lega calcio tedesca, che forse fin qui ha sottovalutato il problema coronavirus, facendo giocare le partite a porte aperte. L’impressione è che, seppur scaglionati, tutti i campionati europei dovranno fermarsi fino a data da destinarsi come già accaduto in Italia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO