Coronavirus, Gallera: "In Lombardia solo 15 o 20 posti liberi in terapia intensiva"


Le terapie intensive della Lombardia sono vicine al punto di non ritorno. È l'assessore al Welfare della Regione Giulio Gallera a lanciare l'allarme spiegando che al momento ci sono soltanto tra i 15 e 20 posti e che ogni giorno se ne riescono a recuperare pochissimi, 3 quelli in arrivo nella giornata di oggi.

Abbiamo pochissimi posti liberi nelle terapie intensive, ormai siamo nell'ordine di 15 o 20 a disposizione. Ogni giorno ne ricaviamo qualcuno di nuovo, domani ne arrivano liberi altri 3 e il San Raffaele sta creando un'area con 14 posti che sarà pronta pero' tra una settimana. Oggi li recuperiamo chiudendo le sale operatorie, dove ci sono dei respiratori che possono essere utilizzanti anche per sostenere il respiro.

Gallera parla senza mezzi termini di "punto di non ritorno":

Tra poco arriviamo a un punto di non ritorno. Se ogni giorno abbiamo 85 persone in più che entrano in terapia intensiva e tendenzialmente ne escono due o tre, perchè il dato e' il 10% e il 15% considerato chi esce e chi muore, tutto questo non è sufficiente. E' difficile per tutti ma, come noi stiamo facendo un grande sforzo, chiediamo la stessa intensità da tutti.

La Lombardia continua ad essere la Regione d'Italia più colpita dall'epidemia di coronavirus COVID-19. Solo nella giornata di eri - ed è doveroso ricordare che è ancora presto per vedere gli effetti delle misure restrittive imposte dal governo - sono stati registrati 1.865 casi di positività al nuovo virus e 463 persone che hanno avuto necessità di ospedalizzazione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO