Lombardia, Fontana: "In 7-8 giorni operativo in nuovo ospedale alla Fiera di Milano"

Manca ancora l'ok ufficiale per poter partire con i lavoro coordinati da Bertolaso.

Attilio Fontana contro conte coronavirus

Il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana oggi ha tenuto un breve punto stampa durante il quale, quando gli è stato chiesto quanto ci potrebbe volere per rendere operativo l'ospedale da realizzare nei padiglioni dell'ex Fiera di Milano, ha detto che secondo lui basteranno 7-8 giorni. Fontana ha detto:

"Oggi credo che la notizia che bisogna continuare a far girare sia quella di continuare a rispettare rigorosamente le misure. Io sono convinto che se continueremo l'isolamento e a mantenere l'impegno di non stare in mezzo alla gente, ma stare nella propria abitazione, la cosa si risolverà, i numeri cominceranno a darci ragione. Insistiamo perché è l'unico mezzo per impedire che il virus continui a circolare. In giunta abbiamo approvato un provvedimento che stanzia 4 milioni e mezzo per favorire lo smart working, stiamo andando avanti nel tentativo di realizzare il nuovo ospedale alla Fiera di Milano, stiamo parlando con tanti possibili fornitori di respiratoti e oggi incontro il dottor Bertolaso con cui faremo il punto della situazione parlando proprio dell'ospedale"

Sulla progressione del contagio il governatore ha detto:

"Forse non c'è più quella progressione violenta che c'era nei giorni scorsi, non è più una progressione esponenziale, è ancora un progressione, ma non esponenziale e questo ci fa moderatamente piacere, Più le misure sono restrittive, prima si arriva a una conclusione. Se si riduce con ancora maggiore vigore la possibilità di contatti umani, più rapidamente si ferma il virus. I tecnici con i quali abbiamo a che fare è che purtroppo il virus gira, nelle scorse settimane è girato veloce a causa dei comportamenti che erano da evitare e invece la gente ha tenuto. Purtroppo può ancora girare a Milano"

Per quanto riguarda i tamponi, Fontana ha spiegato che secondo i tecnici, virologi ed epidemiologi che collaborano in questo periodo con la Regione, non c'è bisogno di fare lo screening a tutti e sul fatto che Vo' in Veneto ora sia diventato, come ha detto Luca Zaia, "il posto più sano d'Italia", il Presidente della Lombardia ha detto:

"Parlare di screening in un paese come Vo' con 1500 abitanti ha un senso, per 10 milioni di persone, allo stato dell'arte, si potrebbe fare solo se si potesse fare più rapidamente. Ora ci vogliono 8-10 ore per fare un tampone, quindi allo stato attuale è difficile"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO