Coronavirus, Trump: "Mondo pagherà caro prezzo per colpa della Cina"

trump coronavirus cina

Donald Trump, presidente degli Stati Uniti d’America, punta il dito contro la Cina per la pandemia di coronavirus. "Il mondo pagherà a caro prezzo il fatto che la Cina ha rallentato la condivisione delle informazioni sul virus", ha detto l’inquilino della Casa Bianca rispondendo alle domande dei giornalisti in conferenza stampa. Insomma, gli USA evocano “ripercussioni” contro Pechino, mentre il Dipartimento di Stato americano ha elevato l’allerta viaggi al livello 4, il massimo: gli americani devono evitare i viaggi all’estero, mentre quelli che si trovano attualmente fuori dai confini, devono rientrare immediatamente, a meno che non decidano di restare altrove “per un periodo indefinito”.

Negli Stati Uniti i casi di coronavirus hanno superato le 10.000 unità, con un grande incremento soprattutto nelle ultime 24 ore. Nonostante ciò, Trump ha rassicurato gli americani: "Torneremo più forti di prima", ha aggiunto il presidente USA prima di chiudere la conferenza stampa, "l’economia americana si riprenderà rapidamente". Inoltre, Trump ha ribadito che "democratici e repubblicani stanno lavorando insieme per assicurare più aiuti per combattere l’impatto dell’epidemia del coronavirus".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO