Parigi avverte: se l’Ue lascia cadere l’Italia, non si riprenderà più | von der Leyen apre ai "coronabond"

Macron Conte

"Se l’Unione europea lascia cadere l'Italia, non si riprenderà più". A dirlo è il ministro francese delle Finanze Bruno Le Maire alla tv francese LCI di fronte all’emergenza coronavirus. Quello che serve adesso è unità, secondo Le Maire: "Se ognuno va per conto proprio, se lasciamo cadere determinati Stati, se diciamo all'Italia, ad esempio, gestisci da sola, l'Europa non si riprenderà".

La presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen ha annunciato nei giorni scorsi la massima flessibilità possibile da parte di Bruxelles nei confronti dell’Italia, che allargando lo scostamento di bilancio ha per ora messo sul piatto “solo” 25 miliardi. Chiaramente non basteranno.

Per sostenere finanziariamente il maggiore deficit si è tornati a parlare dell’emissione di eurobond, ribattezzati anche coronabond. Si tratta dell’emissione di bond (obbligazioni) comuni per l’area euro, contro cui la Germania (che ha un peso rilevante nel board Bce) si è sempre detta contraria. Ora però a fare la voce grossa sono soprattutto Olanda e Finlandia.

L’ipotesi eurobond è caldeggiata anche dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri. Prima di lui era stata rilanciata dal premier italiano Giuseppe Conte e dal presidente francese Macron. Von der Leyen stamattina, come riferisce Reuters, a una radio tedesca non ha chiuso la porta allo strumento finanziario speciale: "Stiamo guardando a ogni opzione, utilizzeremo tutto ciò che aiuterà in questa crisi".

Ma secondo il commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni intervenuto a Radio Anch’io "nonostante siano stati fatti passi straordinari" nell’approccio a questa crisi "avremo conseguenze enormi per tutti i Paesi" se "si fa fatica a capire" che non è una crisi "soltanto di uno o di pochi" e che quindi serve una risposta comune e adeguata.

La Bce intanto, dopo lo scivolone della presidente Lagarde sugli spread alti, ha cambiato rotta annunciando un piano di quantitative easing da 750 miliardi da qua a fine anno. Nel solco di Mario Draghi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO