Draghi: "Una profonda recessione è inevitabile". Monti: "Servirebbe lui come Premier per uscire dalla crisi"

Draghi ha pubblicato un articolo sul Financial Times. Monti ha rilasciato un'intervista a SkyTg24.

Mario Draghi e Mario Monti

Mario Draghi ha firmato un articolo sul Financial Times in cui parla della crisi economica innescata dal coronavirus Covid-19. L'ex Presidente della BCE ha scritto:

"La pandemia di coronavirus è una tragedia umana di proporzioni potenzialmente bibliche. Molti oggi vivono nel terrore o piangendo i loro cari. Le azioni intraprese dai governi per evitare che i sistemi sanitari vengano travolti sono coraggiose e necessarie. Devono essere sostenute. Ma quelle azioni comportano un enorme e inevitabile costo economico"

E ha aggiunto:

"Mentre molti affrontano il rischio di perdere la vita, molti di più rischiano di perdere i mezzi di sussistenza. Giorno dopo giorno, le notizie economiche peggiorano. Le aziende fanno i conti con perdite nell'intero sistema economico. Molte già si stanno ridimensionando e licenziano lavoratori. Una profonda recessione è inevitabile"

Draghi dà anche qualche indicazione su come affrontare la crisi:

"La sfida che affrontiamo riguarda il modo di agire con sufficiente forza e velocità per evitare che la recessione si trasformi in una prolungata depressione, resa più profonda da una sequenza di default che lascerebbero danni irreversibili. È chiaro che la risposta debba coinvolgere un significativo incremento del debito pubblico. Le perdite del settore privato - e il debito per colmare il gap - devono essere assorbite, in toto o in parte, dai bilanci pubblici. I livelli più alti di debito pubblico diventeranno una caratteristica permanente delle nostre economie e sarà accompagnata dalla cancellazione del debito privato"

Proprio oggi, ai microfoni di SkyTg24, l'ex Premier Mario Monti ha incensato Mario Draghi sostenendo che sarebbe l'uomo giusto per guidare un governo "di salute pubblica":

"In genere ci vuole una personalità fuori dall’agone politico per dirigere uno sforzo comune di questo genere, il nome di Mario Draghi è sicuramente un nome eccellente"

E ha ricordato:

"Siamo venuti fuori dalla crisi del 2011/2012 perché tutti i partiti presenti in Parlamento, il M5S non era c’era ancora, ad eccezione della Lega hanno accettato di mettere l’interesse del Paese davanti ai propri interessi elettorali. In questo modo hanno approvato provvedimenti, che poi avranno anche rinnegato, che hanno permesso all’Italia di salvarsi"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO