Coronavirus, l'OMS: "Almeno 18 mesi per un vaccino"

L'Organizzazione Mondiale della Sanità è tornata oggi a ribadire che per un vaccino efficace contro il coronavirus COVID-19 bisognerà attendere almeno 18 mesi ed è pressoché impossibile al momento fare previsioni più precise.

La conferma è arrivata nella conferenza stampa tenuta a Ginevra dal direttore generale dell'OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, che ha invitato tutti i Paesi, in attesa di novità sul vaccino, dall'astenersi dall'utilizzo di terapie senza efficacia:

Per un vaccino ci vorranno almeno 18 mesi. Nel frattempo, riconosciamo l'urgente bisogno di terapie per curare i pazienti e salvare vite. Chiediamo alle persone e ai Paesi di astenersi dall'utilizzare terapie che non hanno dimostrato di essere efficaci nel trattamento di Covid-19. La storia della medicina è disseminata di esempi di farmaci che hanno funzionato su carta o in provetta, ma non hanno funzionato nell'uomo o erano dannosi.

Ghebreyesus ha commentato il bilancio a livello mondiale di questa pandemia di COVID-19, sottolineando però anche i dati positivi: oltre 127mila persone che possono dirsi guarite dall'infezione.

Alla conferenza stampa ha preso parte anche Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico per il coronavirus dell'unità malattie emergenti dell'OMS:

La trasmissione, lo ribadisco, avviene attraverso goccioline di saliva e non attraverso l'aria ed è per questo che si chiede il distanziamento fra le persone. Penso che dobbiamo stare molto attenti alle parole che usiamo in questo momento: la parola 'asintomatico' spesso non è appropriata, perché la maggior parte degli asintomatici è stata identificata in quanto era un contatto di persona positiva ed è già dunque sotto sorveglianza sanitaria, e altrettanto spesso si tratta di persone 'pre-sintomatiche', perché la maggioranza sviluppa poi i sintomi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO