Coronavirus, Conte a "El Pais": "Siamo nella fase più acuta dell'emergenza"

Giuseppe Conte

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha concesso un'intervista al quotidiano spagnolo "El Pais" e fatto un punto della situazione sull'epidemia di coronavirus COVID-19 in Italia, da un lato per rilanciare un chiaro appello dall'UE, ma dall'altro anche per avvisare la Spagna, dove l'epidemia è esplosa con qualche giorno di ritardo rispetto all'Italia.

Ad oggi, ha spiegato Conte, stiamo vivendo la fase più acuta dell'emergenza ed è impossibile fare delle previsioni precise:

Gli esperti sono ancora cauti, ma è ragionevole pensare che siamo vicini al picco. Sabato abbiamo superato le 10mila vittime e questo ci fa molto male e dovrebbe allertare la comunità internazionale.

Nel precisare che in questo ore è difficile dire quando si potranno allentare le misure restrittive in vigore in Italia da ormai quasi un mese, Conte ha rinnovato l'appello all'Unione Europea:

In questo momento in Europa si gioca una partita storica. Non è una crisi economica che ha toccato alcuni Paesi meno virtuosi di altri. Non c'è distinzione che ha a che fare con i sistemi finanziari. Questa è una crisi sanitaria che ha finito per esplodere in campo economico e sociale. È una sfida storica per l'intera Europa. E spero davvero, con un forte spirito europeo, che sappia affrontare questa situazione. Stiamo limitando i diritti costituzionali dei nostri cittadini e l'Europa deve reagire evitando tragici errori.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO