Coronavirus, nuova circolare del Viminale: sì passeggiata genitore-figlio

Il Ministero dell'Interno ha ritenuto opportuno diramare una nuova circolare ai Prefetti per chiarire alcuni degli aspetti delle misure restrittive imposte dal governo Conte per limitare l'epidemia di coronavirus COVID-19.

Visto anche il costante numero di sanzioni che vengono elevate giorno dopo giorno in tutto il Paese, il Viminale ha chiarito che "l'attività motoria è generalmente consentita", ma questa non deve essere intesa come "equivalente all'attività sportiva (jogging)". È consentito camminare o passeggiare in prossimità della propria abitazione, a patto che questo avvenga rispettando la distanza di sicurezza di almeno un metro da altre persone.

Per i genitori che vogliono passeggiare coi propri figli, il Viminale chiarisce che "è da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all'aperto, purché in prossimità della propria abitazione". Non entrambi i genitori, quindi, e comunque non troppo lontano dalla propria casa.

Resta vietato, ad oggi, "svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici" anche lì dove, per motivi logistici, non è fisicamente possibile impedire l'accesso al pubblico.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO