Viceministro Buffagni: "La Germania invita a vendere titoli di Stato italiani in piena emergenza"

Le banche tedesche sollecitano i clienti a vendere i titoli di Stato italiani. Il viceministro dello Sviluppo economico, Stefano Buffagni (M5s), denuncia l’attacco e chiede al governo tedesco di intervenire: "In piena emergenza coronavirus, in piena pandemia mondiale, mentre l'Italia piange oltre 10.000 morti, la Germania non solo fa muro da settimane sugli aiuti all'Italia, ma ora secondo l'autorevole agenzia internazionale Bloomberg ci attacca anche direttamente invitando a vendere i titoli di Stato italiani tramite la seconda banca di Germania, la Commerzbank, posseduta al 15% proprio dallo Stato tedesco".

Su Facebook il viceministro spiega: "Questa notizia può provocare danni economici giganteschi, il governo tedesco intervenga subito per bloccare questa follia". Secondo Buffagni: "L'Europa e gli stati europei devono essere solidali. Tutti e con tutti. Nessuno si salva da solo. Non è questa l'Europa che ci meritiamo!".

Solidarietà che dalle parti di Berlino si vede poco. La Germania e l’Olanda sono il più grosso ostacolo all’ipotesi coronabond, cioè all’emissione di obbligazioni europee con una conseguente condivisione del debito e del rischio a livello di paesi Ue. Contro anche Austria e Finlandia.

Dall’altra parte della barricata, insieme all’Italia, ci sono la Francia di Macron, il Belgio, il Lussemburgo, la Spagna, il Portogallo, l'Irlanda e la Grecia.

Non è solo l’Italia del resto a dover finanziare misure straordinarie per sostenere l’economia in recessione, le famiglie e le aziende davanti a una crisi che fa più paura di quella del 2008 perché senza precedenti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO