Coronavirus, Zingaretti: "Continuiamo a resistere, non abbassiamo la guardia in alcun modo"

Il Presidente della Regione Lazio oggi è stato allo Spallanzani.

Nicola Zingaretti Spallanzani

Nicola Zingaretti, che è guarito dal coronavirus dopo 23 giorni di isolamento, da qualche giorno è tornato operativo al cento percento e oggi è stato in visita all'Istituto Spallanzani di Roma. In seguito ha tenuto un breve punto stampa con i giornalisti e ha spiegato:

"Sono stato in visita allo Spallanzani in primo luogo per manifestare la vicinanza al personale sanitario e agli scienziati che lavorano nell'Istituto. Non solo voglio dire grazie, ma voglio anche sottolineare come tutte e tutti siamo impegnati in questa campagna per debellare il virus"

Poi ha aggiunto:

"Siamo nel cuore di una battaglia che ci dice due cose: la prima è che le iniziative di contenimento stanno funzionando, ma questo deve portarci a un assoluto rigore a rispettare le indicazioni, a rimanere a casa nelle forme che sono state decise, perché stiamo ancora nel cuore dello scontro per debellare il virus, quindi non abbassiamo la guardia in alcun modo. Faccio un appello ai cittadini per continuare a resistere, perché il fatto che una strategia funzioni è che bisogna continuare a seguirla. Il secondo messaggio è che tutti devono sentire la vicinanza delle istituzioni, una vicinanza alle propria condizione sociale. Bisogna sapere che nessuno sarà lasciato solo e quindi sia attraverso il governo nazionale, sia attraverso quello locale saranno aiutati. Il governo sa che molte persone rischiano di cadere in povertà. Dare sicurezza vuol dire pensare alle imprese e al lavoro. Nel decreto aprile ci sarà una prima grande iniziativa nel sostegno al credito alle imprese. I fronti sono diversi: quello sanitario, quello sociale e quello economico. Bisogna stare vicino a chi ha bisogno e aiutare l'Italia a rimettersi in piedi. Lo devono fare le comunità locali e lo deve fare lo Stato. Il governo lo farà con il decreto di aprile che si sta redigendo cercando di coinvolgere anche le opposizioni"

Zingaretti ha parlato della riunione in videoconferenza di ieri sera tra governo e Regioni e ha detto:

"Credo che sia stato fatto un passo in avanti importante. Coordinarci per cominciare a pensare al futuro. Ma non ci sarà nessun futuro e nessuna ripresa economica se non si sconfigge il virus. La prima grande operazione economia è sconfiggere il virus"

In pratica Zingaretti ha ripetuto quanto affermato stamattina dal ministro della Salute Roberto Speranza e cioè che non può esserci alcuna ripresa economica se prima non si sconfigge il virus e ha ribadito più volte l'importanza di continuare a rispettare le misure di contenimento che per ora sono prorogate fino al 13 aprile.

Intanto Zingaretti e la sua giunta hanno fatto sapere che stanno valutando con attenzione tutte le novità che arrivano in relazione ai test rapidi per l'individuazione dei casi di positività al coronavirus e che sta redigendo un documento ad hoc.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO