Renzi: "Se non si torna tra i banchi, mettere 2 miliardi nell'edilizia scolastica"

renzi scuola

Matteo Renzi torna a parlare e lo fa tramite il proprio profilo Facebook. Il leader di Italia Viva, che nei giorni scorsi ha fatto molto discutere con la sua proposta di “riaprire” l’Italia al più presto nonostante l’emergenza coronavirus, stavolta si è soffermato sulla scuola. Proprio ieri sera, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina è stata intervistata da Fabio Fazio sulla possibile ripresa dell’anno scolastico. Renzi auspica che gli studenti possano tornare presto tra i banchi, ma se così non fosse, l’ex premier ha già in mente un piano che vorrebbe veder attuare dal governo Conte.

"Faccio il tifo perché si possa tornare a scuola presto, come sapete. Ma se davvero il ministro ha deciso di rinviare tutto fino a settembre - scrive su Facebook Renzi - non perdiamo tempo. Mettiamo subito due miliardi senza burocrazia da spendere per mettere a posto l'edilizia scolastica". Insomma, l’obiettivo è quello di approfittare dello stop forzato per ammodernare e rendere più sicuri gli edifici scolastici, un obiettivo che lo stesso politico fiorentino evidentemente avrebbe voluto perseguire quando era a capo del governo.

Renzi: "Mettiamo a posto gli edifici scolastici per i nostri figli"

"Ci sono i progetti, ci sono i soldi e se i ragazzi non tornano in classe ci sono anche i tempi. Usiamo il buon senso - conclude Matteo Renzi - e approfittiamo di questo tempo particolare: mettiamo a posto gli edifici che ospitano i nostri figli".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO