Di Maio: "Dalla prossima settimana nuovo patto per l'export del Made in Italy"

Il ministro ha poi condiviso la foto degli abbracci a Wuhan: "Le ferite si cicatrizzano. Anche noi sconfiggeremo questo maledetto virus".

Luigi Di Maio ministro degli Esferi

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che nei giorni scorsi è stato impegnato in una spasmodica ricerca di mascherine, ventilatori e altra attrezzatura per affrontare il coronavirus in tutto il mondo, oggi ha annunciato che dalla prossima settimana si tornerà seriamente a lavorare sul rilancio del Made in Italy all'estero e ha spiegato:

"Ho mandato una lettera alle varie confederazioni e associazioni del mondo dell’industria italiana. Dalla prossima settimana inizieremo una serie di tavoli di settore con i rappresentanti delle imprese con l’obiettivo di rilanciare il commercio estero e promuovere i prodotti Made in Italy nel mondo. Si tratta delle nostre eccellenze, della nostra terra e tradizione e, di fronte a questa crisi, abbiamo il compito di difenderla con ogni mezzo"

Poi ha precisato:

"Lo consideriamo un nuovo patto per l’export, in un momento di grande difficoltà, che servirà a mettere in sicurezza i nostri imprenditori, i lavoratori e le famiglie. Ma già adesso bisogna iniziare a concretizzare quanto detto, coinvolgendo i principali attori. Comprare e mangiare Made in Italy non è uno slogan, ma un nuovo approccio, è lo spirito che deve accompagnarci in questo lunghissimo percorso. E davanti ad ogni cosa, il dovere della politica deve essere quello di difendere la nazione e i suoi cittadini. Lo Stato c’è, tutta la struttura del Ministero degli Affari Esteri darà il massimo per sostenere chi con impegno, costanza e rischio garantisce migliaia e migliaia di posti di lavoro agli italiani. Vi assicuro che nulla verrà lasciato al caso. Forza, ci rialzeremo anche stavolta"

Poco dopo Di Maio ha condiviso una foto degli abbracci che le persone si sono scambiate a Wuhan al termine della quarantena, avvenuta allo scoccare della mezzanotte dell'8 aprile, e ha commentato:

"Un’immagine piena di speranza. I primi abbracci dopo la fine del lockdown a Wuhan. Perché le ferite si cicatrizzano. Anche in Italia sconfiggeremo questo maledetto virus e ritorneremo a stringere tra le nostre braccia le persone a noi più care"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO