Salvini insiste contro l'Europa: "Se UE è fame e morte non è il nostro futuro"

La Lega non ha votato la fiducia posta sul decreto Cura Italia.

Matteo Salvini intevento in Senato su coronavirus

Matteo Salvini oggi è intervenuto in Senato durante le dichiarazioni di voto del decreto Cura Italia su cui il governo Conte 2 ha posto la fiducia. Il senatore della Lega ha definito il dl "una presa in giro per milioni di italiani che non vedranno una lira" e ha aggiunto: "Speriamo che farete meglio al prossimo e lo voteremo".

Salvini ne ha approfittato poi per attaccare nuovamente l'Europa, prendendo spunto dall'articolo apparso su Die Welt che, in realtà, è già stato aspramente criticato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che ha auspicato che Berlino si dissoci ufficialmente da quanto contenuto in quell'articolo.

Salvini a tal proposito ha detto in Aula:

"Vergognatevi, a Berlino e a Bruxelles sciacquatevi la bocca prima di parlare di Italia e chiedete scusa!"

E ha aggiunto:

"Noi abbiamo fondato l'Europa: i posti letto in tutta Europa per tenere fede ai vincoli sono stati tagliati. Spero che gli europeisti abbiano capito che se l'Europa è fame morte e sacrificio non è il futuro che dobbiamo lasciare in mano ai nostri figli. Riprendiamoci in mano il nostro Paese senza andare con il cappello in mano da nessuno"

Salvini oggi ha parlato anche di quanto sta accadendo in Lombardia, regione governata dalla Lega, ma che ha avuto più problemi di tutti nell'affrontare il coronavirus. Il segretario del Carroccio ha detto:

"Oltre 60 milioni per aiutare le famiglie in difficoltà, anche per pagare gli affitti, sospensione dei solleciti per chi non può saldare il canone Aler, azzeramento delle spese per gli over 70 con redditi bassi. In Lombardia c'è chi specula sull'epidemia e c'è chi lavora. Orgoglioso della Regione che risponde con i fatti"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO