Germania al fianco dell’Olanda, Merkel dice no a Conte sui coronabond

merkel no ai coronabond

Dopo l’attacco della Die Welt sulla mafia che aspetta "una nuova pioggia di soldi da Bruxelles" per l’emergenza coronavirus, Angela Merkel conferma la linea dei falchi del Nord Europa. La Cancelliera rompe gli indugi e in una conferenza stampa a Berlino spalleggia apertamente l’Olanda nel rigettare l’ipotesi coronabond per sostenere finanziariamente i paesi latini e del "Sud Ue", i più indebitati ma anche i più colpiti dall’epidemia di Covid-19 in Europa.

Secondo Merkel l'Eurogruppo è vicino a un accordo sugli strumenti da usare per fronteggiare l’emergenza economica legata alla pandemia, ma niente redistribuzione del debito tra paesi membri Ue legata all’emissione di bond europei: "Ho parlato oggi con il premier Giuseppe Conte a lungo e siamo d'accordo che c'è un urgente bisogno di solidarietà in Europa, che sta attraversando una delle sue ore più difficili se non la più difficile".

La Cancelliera spiega che sugli strumenti adatti per far fronte alla crisi ci sono però "diversi punti di vista: sapete che io non credo che dovremmo avere debito comune a causa della situazione della nostra unione politica ed è per questo che lo respingiamo. Ma ci sono molti modi per dimostrare solidarietà ed io credo che troveremo una buona soluzione".

In ogni caso Merkel assicura che "la Germania è pronta alla solidarietà ed è impegnata per questo" perché "il benessere della Germania dipende da quello dell’Europa". Del Nord, Europa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO