Salvini contro Conte: "Usa la tivù di Stato per dire falsità"

Matteo Salvini no fondo salva stati o sfiduciamo governo

Al leader della Lega Matteo Salvini sono fischiate le orecchie stasera, quando il Presidente del Consiglio in diretta a reti pressoché unificate lo ha chiamato in causa insieme alla leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni per aver diffuso menzogne e fatto propaganda con notizie non vere sulla posizione dell'Italia in Europa.

USARE la tivù di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da REGIME, roba da Unione Sovietica.
Perché non hanno bloccato il MES? Perché il PD vuole la tassa patrimoniale? Perché i 5Stelle vogliono ancora bloccare la TAV?

Salvini, nel corso delle ultime ore, aveva davvero dato per certa la firma del governo italiano alla proposta di accordo uscita dall'Eurogruppo, ricamandoci sopra dirette e interventi televisivi. Via Twitter, appena poche ore fa, scriveva:

La mia intervista notturna di ieri sera da, durante la quale ho appreso dell'accordo sul MES. Inorridisco ieri sera e inorridisco oggi di fronte a un ministro dell'Economia che per conto del governo ha svenduto il Paese, porteremo la sfiducia in Parlamento.

Senza verifiche, ma perché lo ha appreso da Bruno Vespa, Salvini è partito in quarta e per tutta la giornata di oggi ha portato avanti quella propaganda:

MES significa fare debito con un'Istituzione internazionale a cui si dovrà rispondere nei prossimi anni mettendo a garanzia i risparmi degli italiani. Se qualcuno, senza autorizzazione del Parlamento, ne ha accettate le condizioni dovrebbe dimettersi.

Conte, nel corso della conferenza stampa, ha voluto mettere in chiaro che nulla è stato firmato e che diffondere bugie e menzogne in questa delicata fase di trattative con l'UE può fare danni enormi:

È importante che il dibattito si sviluppi con chiarezza e senza falsità. Servono alcune precisazioni dunque: il Mes esiste dal 2012, non esiste da ieri o è stato attivato l'altra notte come irresponsabilmente hanno dichiarato, e mi spiace devo fare nomi e cognomi, da Matteo Salvini e Giorgia Meloni: non è assolutamente così. Questo governo non lavora nel favore dell'ombra delle tenebre ma guarda negli occhi tutti gli italiani. È una menzogna. Falsità e menzogne ci fanno male, perché ci indeboliscono nella trattativa. Avevo fatto un appello alle opposizioni, ma quello che è successo stanotte rischia di indebolire non il premier Giuseppe Conte o il governo, ma l'intera Italia, perché è un negoziato difficilissimo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO