Lombardia, Fontana tiene chiuse librerie e cartolerie

Attilio Fontana

Niente riapertura delle librerie in Lombardia. Con una nuova ordinanza il governatore Attilio Fontana si discosta dalle indicazioni del governo, di carattere nazionale, sulle attività che potranno riaprire da martedì prossimo.

Librerie e cartolibrerie restano chiuse e "articoli di carta, cartone, articoli di cartoleria e forniture per ufficio, libri, fiori e piante" si potranno comprare "esclusivamente negli ipermercati e nei supermercati".

L’ordinanza conferma poi l’obbligo di coprirsi naso e bocca con mascherine, sciarpe o foulard se si esce di casa. Nell’ordinanza si spiega che l’adozione di misure più restrittive rispetto a quelle del governo trova fondamento negli articoli 32 (tutela della salute) e 117 della Costituzione (disciplina dei rapporti Stato-Regioni) mentre dal punto di vista epidemiologico si sottolinea che il dato lombardo "è di gran lunga superiore al dato nazionale: al 10 aprile 2020 circa due quinti della popolazione italiana contagiata è lombarda".

Da qui la proroga della chiusura di librerie e cartolerie rispetto al resto del territorio nazionale, una scelta appunto legata al "diverso contesto di riferimento" e alle "proiezioni sulla prosecuzione del contagio, che impongono di limitare le limitazioni già poste in essere".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO